domenica, Aprile 21, 2024
HomeTisaneInfuso di malva

Infuso di malva

L’infuso di malva è un rimedio antico per lenire la bocca e la gola secca. Si tratta di una miscela di erbe composta da malva dolce, malva vellutata, timo, alloro e sambuco, che sono tutti facilmente reperibili nella maggior parte dei negozi di alimentari. Per prepararlo basta lasciare in infusione un cucchiaio di miscela al decilitro d’acqua bollente per almeno 5 minuti, filtrare il tutto e berlo caldo. È un rimedio utile in caso di mal di gola, tosse, raffreddore e irritazioni.

Che cos’è l’infuso di malva?

L’infuso di malva è una bevanda ottenuta dalla macerazione degli scarti della malva in acqua calda. È una bevanda utile a placare la tosse ed è spesso utilizzata per assicurare sollievo ai sintomi da raffreddamento ed essere preparata come tisana. L’infuso di malva presenta proprietà antinfiammatorie ed espettoranti e può essere utilizzato per aiutare nella cura di vari tipi di infiammazione.

Come si prepara l’infuso di malva?

Per preparare un infuso di malva è necessario far bollire in una pentola un litro di acqua. Una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungere 2 cucchiai di malva essiccata, coprire con un coperchio e lasciar bollire per circa 10 minuti, fino a quando l’acqua non diventerà di colore giallo. Infine, spegnere il fuoco ed attendere circa 1 ora prima di filtrare l’infuso. L’infuso di malva è pronto per essere servito.

Quali sono i benefici dell’infuso di malva?

L’infuso di malva offre diversi benefici per la salute. Essa aiuta a ridurre la temperatura corporea, tratta tosse e mal di gola, guarisce le ulcere orali e aiuta a lenire irritazioni della pelle. Inoltre, l’infuso di malva fornisce antiossidanti che proteggono dall’invecchiamento precoce, migliorano la circolazione e aiutano a prevenire le irritazioni intestinali.

Quando si può bere l’infuso di malva?

L’infuso di malva può essere consumato sia caldo che freddo. In estate, l’ideale è berlo freddo, tenendolo in frigo per qualche ora in precedenza. In inverno, invece, può essere aggiunto qualche cucchiaino di miele e bevuto tiepido. Qualsiasi sia la stagione, per altresì, in ogni caso, l’infuso di malva va consumato entro un’ora dalla preparazione.

Quali sono le proprietà dell’infuso di malva?

L’infuso di malva contiene sostanze nutritive che sono note per la loro azione curativa. È ricco di vitamine, sostanze antiossidanti, minerali e sali biliari che possono aiutare nella digestione, aiutare con problemi infiammatori della pelle, sciogliere la congestione e aprire le vie respiratorie. Inoltre, può essere utile per calmare le coliche nei bambini, alleviare i sintomi legati alla cistite e prevenire l’osteoporosi.

Come si conserva l’infuso di malva?

L’infuso di malva va conservato in un contenitore a chiusura ermetica, in un luogo fresco e asciutto. Per mantenere inalterate le proprietà dell’infuso, si consiglia di bere entro 1-2 giorni dalla preparazione. Tenere l’infuso lontano da fonti di calore e dalla luce diretta del sole e non congelarlo.

Quali sono gli effetti collaterali dell’infuso di malva?

Gli effetti collaterali più comuni dell’infuso di malva possono variare da nausea, mal di testa, aumento della frequenza cardiaca e, occasionalmente, reazioni allergiche. Altri effetti collaterali meno comuni possono includere diarrea, vertigini, mal di stomaco o mal di schiena. Inoltre, può potenzialmente interagire con farmaci da prescrizione o con diverse altre erbe.

Quali sono le controindicazioni dell’infuso di malva?

Le controindicazioni dell’infuso di malva sono molteplici. Si consiglia di non assumere l’infuso in presenza di problemi renalie epatici, di diabete, di intolleranze al lattosio, di malattie infiammatorie dell’intestino e di gravidanza. L’infuso non deve essere assunto da bambini al di sotto dei 12 anni e da persone affette da patologia oculari o malattie autoimmuni. Prima di consumare l’infuso è consigliato consultare il proprio medico.

Come si prepara una tisana di malva?

Per preparare una tisana di malva occorrono due cucchiaini di fiori secchi di malva e una tazza d’acqua. Prima di preparare la tisana, i fiori devono essere sopraffatti e messi da parte. Per ottenere una tisana di buon gusto, la tazza deve essere riempita con acqua bollente e due cucchiaini di fiori di malva. Lasciare riposare la tisana per alcuni minuti. Terminato il tempo di riposo, filtrare la tisana e servire calda o fredda.

Quali sono le dosi consigliate di infuso di malva?

Un infuso di Malva è un rimedio comune utilizzato per vari scopi medicinali. Le dosi consigliate sono: un cucchiaino di fiori e le foglie secche oppure una bustina per tazza, lasciare riposare da 5 a 10 minuti in acqua bollente, filtrare e consumare.

Previous article
Next article
RELATED ARTICLES

Most Popular

Tisana ai frutti rossi

Tisana limone e zenzero

Tisana di alloro benefici