Combattere l’insonnia con il cibo : cosa mangiare

0
16

Cosa-mangiare-contro-lInso

Siete pronti a combattere l’insonnia con il cibo? E’ arrivato il momento di aderire a un regime alimentare che vi eliminerà ogni tipo di problema soprattutto quelli legati al sonno scarso o nullo. Vi capita spesso di non riuscire a dormire e magari passate le notti a fissare l soffitto?
Molto a volte dipende della abitudini alimentari sbagliate e la conferma è arrivata da alcuni studi scientifici, che confermano un certo collegamento tra insonnia e cibo con la scoperta di alimenti che aiutano a risolvere questo disturbo.
Pensate che addormentarsi dopo aver mangiato troppo o troppo poco, può creare problemi allo stomaco, ma consumando determinati ingredienti si può eliminare il problema alla radice. Per combattere l’insonnia è necessario evitare i cibi tropo ricchi di sodio e di sostanze eccitanti.

Quali sono gi alimenti per combattere l’insonnia?

Le persone che soffrono spesso di questo problema, dovrebbero integrare nelle loro abitudini alimentari:
– Pasta
– Riso
– Orzo
– Pane
Questi alimenti contengono il triptofano, un aminoacido che stimola la sintesi della serotonina. Gli esperti del settore, consigliano anche il consumo di frutta stagionale e verdure fresche. Molti non sanno che sono degli ottimi sedativi anche la lattuga, il radicchio rosso e l’aglio.
Non da meno per combattere l’insonnia la zucca, le rape e i cavoli. Per una cena perfetta che allontana il rischio di insonnia, sconsigliati anche i legumi, le uova bollite, la carne, il pesce e i formaggi freschi. Prima di andare a letto può aiutare bere un bicchiere di latte caldo per ridurre l’acidità gastrica.
Meglio evitare il caffè, il te, il cioccolato e il cacao la sera, visto che contengono la caffeina. Ovviamente sono altamente banditi i superalcolici e gli alimenti conditi con curry,pepe, paprika, dadi e sale che rendono sempre più difficile il sonno. Seguendo una dieta sana, ed eliminando tutti i cibi difficili da digerire e che contengono sostanze interessanti, infatti, si può prevenire l’insonnia senza il ricorso ha sonniferi o calmanti che a lungo andare possono rivelarsi molto pericolosi perché possono dare dipendenza psicologica, –

Comments