La dieta Vichinga: si al consumo di bacche, pesce e olio di colza

0
18

La dieta Vichinga: si al consumo di bacche, pesce e olio di colza

La dieta vichinga ha fatto la sua comparsa come regime alimentare salutare e dimagrante solo negli ultimi anni, un’affermazione avvallata oggi tra gli addetti ai lavori ma che ha dovuto superare dubbi, incertezze e tantissime critiche perchè nei suoi aspetti più semplici va a contrastare o comunque a mettere da parte la dieta per eccellenza quella Mediterranea. Quest’ultima ha recentemente subito un calo d’attenzione e se per anni le sue regole sono state alla base di un alimentazione sana e corretta oggi vengono messe in dubbio e sostituite da regime apparentemente più sani e salutari, uno fra questi è appunto quello nordico che fa riferimento alle abitudini a tavola dei popoli della Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia. Questa dieta predilige alimenti come bacche e frutti, pesce grasso e magro, ma anche legumi, verdure integrate da cereali integrali (orzo, avena e segale) previsto anche il consumo dell’olio di colza a sostituzione dell’Evo.

La dieta vichinga e il sostegno dell’Oms

L’OMS è convinta che questo tipo di dieta favorirebbe la scomparsa di malattie cardiovascolari e del diabete di tipo 2, inoltre apporterebbe un benessere fisico non da poco soprattutto in termini di risparmio per il sistema. A sostenere questa tesi João Breda, dell’Ufficio OMS convinto che il risparmio per l’organizzazione anche economico sarebbe rilevante:”Non stiamo raccomandando alcuna dieta in particolare, ma ispirarsi a queste diete può essere corretto. I vantaggi sono molti, non solo in termini di salute ma anche di risparmi per il sistema sanitario”. C’è da dire che la dieta Mediterranea detiene il suo scettro d’alimentazione corretta e salutare e anche se sollecitata dall’affermazione di nuovi principi alimentari non si può negare che il consumo d’alimenti freschi e a km 0 come suggerisce sia la scelta più opportuna per favorire un benessere alimentare ricercato, ma soprattutto dovuto.

 

Comments