La dieta Sirt, non solo una moda

0
34
dieta sirt

La dieta Sirt è la tendenza del momento in fatto di regimi alimentari dietetici,  è un regime sempre più di moda che ha conquistato soprattutto le celebrità sempre alla ricerca delle ultime novità in fatto di diete e forma fisica. La dieta Sirt è conosciuta con il nome di dieta del gene magro ed è stata realizzata da Aidan Goggins e Glen Matten, il regime ha lo scopo di stimolare il metabolismo e limitare il senso di fame agendo su una famiglia di geni le sirtuine che hanno la funzione di regolare i meccanismi del metabolismo. In sintesi la dieta in questione non tende ad eliminare i cibi, sarà per questo che molto amata anche d’Adele, ma ha lo scopo d’individuare gli alimenti che sono in grado di stimolare le sirtuine e di conseguenza dare vita ad un senso di sazietà che induce a mangiare meno e a dimagrire. La dieta Sirt può apparire dura e drastica nella prima fase, ma secondo molte testimonianze è efficace e induce ad un dimagrimento reale.

Dieta Sirt: prima e seconda fase alternate

La dieta Sirt prevede due fasi che si realizzano alternate, fasi che a primo impatto prevedono menù e alimenti in quantità ridotte e che comportano un dimagrimento effettivo. Nella prima fase della durata di circa 3 giorni è previsto un consumo di 1000 calorie: menu a base di centrifugati e frullati e un solo pasto. Mentre nella seconda fase il consumo di calorie sale fino a 1500 ed è della durate di circa 4 giorni per un totale di una settimana in cui è previsto un calo di peso intorno ai 3 kg. Gli alimenti da preferire sono il cavolo, tè verde, il peperoncino ma anche la soia, le fragole, e il caffè. Ovviamente sono tutti alimenti facilmente trovabili e la loro combinazione è davvero efficace. Essendo una dieta strettamente ipocalorica è il caso di evitare il fai da te e chiedere al consiglio al proprio medico. 

Comments