Pasqua 2017, le uova di cioccolato che fanno bene alla linea

0
51

Pasqua 2017, le uova di cioccolato che fanno bene alla linea

Pochi mesi alla prova costume, una prova che spaventa e crea ansia anche a chi ha solo qualche chilo in più, una prova difficile da superare soprattutto a causa delle continue e quotidiane tentazioni. Così dopo aver smaltito i chili assimilati durante le feste si Natale arriva Pasqua con tutte le sue pietanze buonissime ma anche decisamente ipocaloriche, e se durante il pranzo di festa si riesce a resistere mangiando solo un secondo e contorno è davvero impossibile superare la prova uova di cioccolato! Eppure se mangiata con attenzione la cioccolata può essere considerata anche un’alleata delle diete dimagranti, una dose minima dell’ambito dolcetto può aiutare a limitare le tentazioni, gli attacchi di fame e appagare quell’aspetto psicologico molto spesso messo in crisi quando si è sottoposti ad un rigido regime alimentare.

Pasqua 2017, uova di cioccolato: peccare si, ma senza esagerare!

A Pasqua dunque si può cedere alle uova di cioccolato, una tradizione che piace e che se regolata può fare anche bene all’organismo. Quale atteggiamento seguire per peccare senza sentirsi in colpa? In primo luogo è importante scegliere un cioccolato “puro”senza aggiunta di oli tropicali o altri grassi vegetali; poi il cacao presente deve superare il 40%; evitare le uova decorate di zucchero o glasse varie non fanno altro che alzare la glicemia. Infine preferire le uova di cioccolato fondente è fondamentale per non alterare troppo le finalità della dieta. Sicuramente il consiglio più importante è quello di preparare le uova in casa, nel web esistono tanti filmati e tutorial, che se seguiti vi faranno ottenere un risultato sorprendente di cui andare fieri:le uova made in home sono sicuramente più sane, meno caloriche, e realizzate con ingredienti semplici. Inoltre il prodotto fai da te riceverà l’applauso di grandi e piccoli solo per il fatto d’essere unico e esclusivo nel suo genere: un successo assicurato!

Comments