Zucchero o fruttosio nella dieta : che differenza c’è?

0
83

frutt

Vi siete mai chiesti che differenza c’è tra zucchero e fruttosio? E’ una domanda che si fanno in molti ma nella sostanza possiamo dirvi che praticamente è nessuna. Se dobbiamo proprio analizzare nel dettaglio gli ingredienti, scopriamo che l’unica diversità fra glucosio e fruttosio consiste nella struttura chimica.
Lo zucchero da tavola in chimica viene chiamato saccarosio, che viene ricavato sia dalle barbabietole che dalla canna di zucchero. Il fruttosio invece è contenuto naturalmente nella frutta e nel miele.

Zucchero o fruttosio nella dieta: caratteristiche comuni

Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche comuni di questi prodotti:
Hanno le stesse calorie: circa 4 kcal per grammo
• Hanno la stessa capacità di innalzare la glicemia (cioè la concentrazione di glucosio presente nel sangue)
• Il fruttosio ha un potere dolcificante superiore di circa il doppio rispetto al glucosio, tanto che risulta amaro al palato se consumato in quantità elevate. Infatti, proprio per il suo elevato potere dolcificante, dovrebbe essere utilizzato in quantità minori per zuccherare gli alimenti o le bevande.

E’ consigliato ai diabetici di avere una certa attenzione nel consumo di fruttosio che spesso è considerato un dolcificante. Per chi non lo sapesse, desideriamo ricordare che i dolcificanti nonostante il sapore dolce, non contengono calorie e innalzano la glicemia.
Nella categoria dei dolcificanti più comuni troviamo: aspartame, saccarina e acesulfame.
Sono quasi sempre contenuti nelle gomme da masticare senza zucchero, nelle caramelle senza zucchero, nelle bevande ipocaloriche e in alcuni alimenti light.
Tuttavia, nonostante il potere calorico nullo dei dolcificanti, è opportuno non eccedere nel loro utilizzo in quanto possono avere effetti collaterali, il primo fra tutti è l’effetto lassativo quando si supera il consumo di 20 g al dì (corrispondente a circa 10 caramelle senza zucchero).

Comments