Mindful eating: mangiare? Un gesto consapevole e meditato!

0
255
Mindful eating

Mindful eating: mangiare? Un gesto consapevole e meditato!

Il nuovo mood nel mondo dell’alimentazione riguarda più che la gola e il gusto la mente, oggi con l’evoluzione di un nuovo modo di magiare sicuramente più sano e attento all’esigenze salutari di ogni individuo si da maggiore attenzione al momento del pasto, un momento che deve essere vissuto con decisiva consapevolezza dando considerazione non solo a cosa si mangia, ma anche a dove e alla contemporaneità con cui il cibo viene ingerito. Da ciò l’identificazione di un nuovo trend: il Mindful Eating ossia la capacità di magiare prestando attenzione ad una serie di fattori come il gusto, il colore, le sensazioni e i pensieri che l’alimento che stiamo mangiando provoca, una vera e propria meditazione che non solo induce a ingerire meno cibo prestando una mano anche alla battaglia contro i chili di troppo, ma comporta una riflessione che coinvolge soprattutto il cervello, organo solitamente tenuto in disparte quando ci si approccia a mangiare alcuni alimenti.

Mindful eating: la nuova frontiera della filosofia alimentare

Il mindful eating è una vera e propria filosofia di vita, una scelta opportuna che nella società contemporanea va rivalutata soprattutto perchè invita a riflettere non solo sulle singole scelte alimentari salvaguardando di conseguenza anche la salute d’alcune patologie legate all’abuso di cibo, ma anche sulle condizioni di vita quotidiane troppo spesso legate alla fretta, allo stress e all’inconsapevole importanza che mangiare con calma scegliendo e valutando i propri alimenti può comportante solo un benessere immediato e molto spesso anche prolungato nel tempo. Praticare il mindful eating significa semplicemente imparare a mangiare e a farlo quando si ha fame e non solo per abitudine o per noia come spesso accade, significa distinguere le sensazioni che ogni diverso cibo può dare, rivalutandone ogni aspetto dal colore, all’odore passando per il palato e il gusto. Da ciò la conclusione che gli alimenti, a seconda delle loro diverse caratteristiche, possono influenzare in modo positivo ma anche negativo gli stati d’animo degli individui, comprendere cosa rende felici o tristi passa anche per l’alimentazione.

Comments