Policistosi ovarica: qual’è la dieta giusta da seguire?

0
25

Policistosi ovarica: qual’è la dieta giusta da seguire?

La Policistosi Ovarica o PCOS è una patologia molto frequente che colpisce un alto tasso di donne in età fertile, si presenta con un ingrossamento dell’ovaie che vengono invase da una moltitudine di cisti non indifferenti che per molti aspetti influiscono sull’apparato riproduttivo e non solo. A causare questi malessere è solitamente un eccesso d’estrogeni scatenati dalla Sindrome di Stein-Leventhal, estrogeni che nella maggior parte dei casi causano anche ciclo irregolare, irsutismo, obesità e assenza di mestruazioni con effetto anche sulla fertilità e sulla possibilità di diventare mamma. Per regolarizzare la situazione solitamente il medico consiglia una cura a base di progestinici a cui va associata necessariamente un regime alimentare idoneo e coerente con la patologia annessa. La dieta da seguire è semplice e prevede la preferenza di fibre integrali, ma anche di proteine possibilmente vegetali limitando quelle animali. Inoltre si sconsiglia il consumo eccessivo di zuccheri questo perchè solitamente chi soffre di PCOS ha anche una predisposizione al diabete di tipo 1 e ad una resistenza insulinica.

Policistosi ovarica: quali sono gli alimenti da evitare?

Per convivere serenamente con l’ovaio policistico occorre evitare il consumo di alcuni alimenti come le bevande gassate e la soda dolcificata. E’ opportuno evitare anche le fritture e tutti i cibi confezionati considerati d’alcuni addetti ai lavori vero e proprio cibi spazzatura che nessuno dovrebbe consumare. Ridurre in modo drastico i carboidrati durante i pasti è decisivo per alleviare gli eventuali sintomi negativi dell’ovaio policistico. Vanno preferite, come già detto, le farine integrali a quelle raffinate in quanto rafforzano l’organismo: più fibre e proteine non possono far altro che tutelare il benessere fisico del soggetto affetto dalla patologia in questione.  Convivere con l’ovaio policistico è possibile: occorre seguire la giusta terapia medica, ma anche dedicare qualche piccola attenzione a tavola, un modo per imparare a mangiare in modo corretto e allo stesso tempo prendersi cura di se stessi quotidianamente.

Comments