Insufficienza venosa: curiamola a tavola con limoni, ribes e tisane drenanti

0
75

Insufficienza venosa: curiamola a tavola con limoni, ribes e tisane drenanti

L’insufficienza venosa patologia che colpisce soprattutto le donne anche in età  molto giovane è una malattia che riguarda il microcircolo e la circolazione periferica e che si verifica quando il sangue “fatica” per varie ragioni a risalire dalle zone degli arti inferiori al cuore. Una funzione determinante per il benessere di ogni individuo che dovrebbe realizzarsi in modo naturale e senza fatica, eppure nonostante tutti gli accorgimenti l’insufficienza venosa è molto frequente, causata da vari fattori come l’obesità, disturbi endocrini, inattività e rilassamento del tono venoso. Oltre ai vari metodi medici e integratori alimentari questa patologia può essere curata anche a tavola scegliendo alimenti diretti a metabolizzare e aiutare il microcircolo venoso a funzionare meglio.

Insufficienza venosa: più vitamina A per migliorare il microcircolo

In generale l’alimentazione idonea per chi è affetto da insufficienza venosa deve prevedere non solo il consumo abbondante d’acqua ma anche un equilibrato apporto di fibre, inoltre vanno evitati tutti quei cibi grassi e zuccherini che causano un rallentamento della pressione sanguigna. Gli alimenti sos per l’insufficienza venosa sono quelli che hanno un apporto di vitamina c come le arance, limoni o cavoli e pomodori. Poi ci sono quelli ricchi betacarotene (precursore della vitamina A che migliora la circolazione) come i lamponi o ribes. Impossibile non citare more e miritlli fondamentali per evitare la comparsa della cellulite, patologia legata all’insufficienza venosa. Infine il pesce e il potassio sono fondamentali per alleviare eventuali conseguenze dovute ad una circolazione affaticata. Molto in voga in questo periodo anche l’uso di tisane drenanti a base di Equiseto, Pilosella, Betulla, Ippocastano, Rusco piacevoli e gustose dai benefici accertati e rilevanti.

Comments