Dieta del fantino: menu ed esempio

0
140
Dieta del fantino menu

Dieta del fantino menu

Una delle diete più gettonate negli Anni Sessanta/Settanta era quella del fantino, chiamata così che perché chi monta una cavallo da corsa, a ridosso della manifestazione sportiva, si sottopone ad un regime alimentare ipocalorico, iperproteico e squilibrato, al fine di perdere qualche chilo. Insomma, si basa su ricette light che vanno preparate seguendo schemi e regole ben precise. Prima di fornire in riferimento alla dieta del fantino menu ed esempio, diciamo che la durata di questa dieta è di 3 giorni, che occorre tassativamente eliminare pasta, pane, fibre, frutta, verdura e altro genere di carboidrati e privilegiare il consumo di carne (solo alla griglia), pesce, uova e formaggi stagionati. In linea di massima, l’ideale è l’assunzione di un quantitativo di calorie compreso tra le 1.000 e le 1.200.

Dieta del fantino menu ed esempio:

  • Colazione: caffè senza zucchero;
  • Spuntino prima di pranzo: 100 grammi di Emmental o 80 grammi di parmigiano, accompagnati da un bicchiere di porto o in alternativa da un bicchierino di marsala;
  • Pranzo: 150 grammi di carne alla griglia (non vi sono differenze tra carni bianche e carni rosse);
  • Merenda prima di cena: se hai fatto lo spuntino a base di Emmental, indirizzati sul parmigiano. Stesso discorso tra porto e marsala;
  • Cena: pesce grigliato.

Per gli altri due giorni, la dieta del fantino menu ed esempio può variare a pranzo e a cena, sostituendo ad esempio la carne con due uova sode, ecc. Ricorda che questa dieta va seguita per 3 giorni massimo: si scende di peso, perché si perde acqua, perciò l’effetto yo-yo è in agguato.

Come da nostra abitudine, precisiamo che tutte le informazioni presenti all’interno di questo post non mirano a sostituire il rapporto dietologo/paziente. Ci sono soggetti, come chi soffre di problemi al fegato o ai reni e chi ha il colesterolo alto, che non possono seguire questa dieta. Per vedere se questa è la dieta che fa al caso tuo rivolgiti sempre al tuo dietologo/nutrizionista di fiducia

Comments