Dieta Fodmap : funziona?

0
80

dieta-fodmap

La Dieta Fodmap è stata messa a punto da un team di nutrizionisti australiani che, a seguito di ricerche scientifiche sui principali disturbi legati ad una scorretta alimentazione, ha individuato una mappa dei cibi che possono peggiorare disturbi di digestione e di malassorbimento degli alimenti e portare a sviluppare patologie intestinali.

Dieta Fodmap : funziona?

Il termine Fodmap indica Fermentable Oligossaccharides disacchariders Monoaccharides and Polyols, ossia la fermentazione di elementi come lattosio, fruttosio, alcol e zuccheri. In questa dieta si vanno ad
eliminare tutti gli zuccheri indicati per alleviare immediatamente i disturbi intestinali e iniziare ad assimilare in maniera molto migliore gli alimenti. La Dieta Fodmap funziona, naturalmente si deve
valutare la tolleranza di ogni individuo nei confronti di alcuni alimenti senza tralasciare le carenze nutrizionali che possono essere indotte dal non consumo di alcuni alimenti. Nella Fodmap si eliminano
dunque, tutti gli oligosaccaridi i fruttani, i polimeri del fruttosio, i polimeri del galattosio poiché il nostro organismo non è in possesso degli enzimi per digerirli.

Anche il lattosio viene in gran parte eliminate e si può apportare con la dieta solo se presente in minimi livelli. Tra i cibi da eliminare nelle fodmap troviamo soprattutto il latte e i suoi derivati, sostituiti con latte senza lattosio, la frutta come mele, pere, pesche, sostituita da frutta come mirtillo, pompelmo, limoni e agrumi.
Anche alcuni legumi, ricchi di galattani vengono eliminati, tra questi i fagioli, i ceci, le lenticchie. Gli alimenti in sostituzione possono essere i formaggi stagionati, il pane senza glutine, il riso e la
pasta di mais.

Tutti gli elementi indicati come dannosi dalla dieta Fodmap si devono eliminare per un periodo di una o due settimane per verificarne i risultati. Se i disturbi spariscono si può poi reintrodurre con
moderazione un alimento alla volta e annotare i disturbi per comprendere quali alimenti sono poco tollerati dall’organismo.

Comments