La dieta del digiuno: pro e contro di un regime alimentare difficile da seguire

0
82
Dieta digiuno

La dieta del digiuno: pro e contro di un regime alimentare difficile da seguire

A ridosso della Primavera e con l’avvicinarsi dell’Estate e della temuta prova costume molte sono le rubriche televisive ma anche sui magazine specializzati che parlano di nuove diete, regimi alimentari alternativi che dovrebbero apportare risultati miracolosi, anche se non sempre è così. D’analizzare anche perchè se ne parla sempre spesso è la famosa dieta del Digiuno, un metodo discusso molto spesso sconsigliato che oggi rivendica i suoi numerosi aspetti positivi, soprattutto se seguita sotto controllo medico. La dieta del digiuno è anche conosciuta come dieta “mima digiuno” ed è un regime alimentare atipico che prevede l’assunzione controllata di proteine (11-14%), carboidrati (42-43%) e grassi (46%), per una riduzione calorica complessiva compresa tra il 34% e il 54% rispetto al normale. Solitamente viene consigliata alle persone sane, non affette da particolari patologie, deve essere effettuata per 5 giorni consecutivi una volta al mese per 3-6 mesi ovviamente sotto controllo medico.

Questa dieta ha numerosi vantaggi che non sono legati solo all’eventuale perdita di peso, che per altro non è neanche garantita. Tra i benefici accertati c’è quello di un prolungamento dell’11% della vita. Rilevante anche una riduzione dell’incidenza di cancro e un ringiovanimento del sistema immunitario, si aggiunge la diminuzione d’alcune malattie infiammatorie e un rallentamento della perdita di densità minerale ossea, molto importante anche l’aumento del numero di cellule progenitrici e staminali in vari organi. Solitamente questa dieta non è consigliata per perdere peso anche se alternata con una regime alimentare appropriato aiuta i grandi obesi e non solo a purificarsi e rigenerare lo stimolo metabolico alla perdita di peso. Da ricordare che la dieta mima digiuno non va paragonata alla cattiva abitudine di saltare i pasti, criterio che ha solo conseguenze negative e che riduce drasticamente e in modo squilibrato l’apporto di nutrienti necessari per la quotidianità fisica di ogni individuo e che comporta solo aspetti negativi.

Comments