Cronodieta : esempio e menù

0
47

cronodieta

Con il termine cronodieta si indica un regime alimentare ideato negli anni 90 dal Professor Todisco, medico neurochimico studioso dei comportamenti alimentari e dei meccanismi della cronobiologia. Il principio su cui si basa questa dieta è lo studio degli orari in cui mangiare e la combinazione tra gli alimenti.

Con la Cronodieta si può perdere peso andando a consumare alcuni alimenti in momenti precisi della giornata, differenziando gli alimenti e i nutrienti apportati con la dieta, non tutti vengono assorbiti nella stessa maniera dal nostro organismo, soprattutto in funzione della parte della giornata in cui vengono assunti. La cronodieta, inoltre, punta a migliorare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti anche andando a variare il periodo di pausa tra un pranzo e l’altro.

Cronodieta : esempio e menù

Un esempio di menù della Cronodieta prevede a prima colazione dei cereali, oppure glucidi come il pane o le fette biscottate. A metà mattinata si fa uno spuntino di frutta e dopo almeno 3 ore si pranza con pasta, riso o cereali e verdure in grande quantità. Dopo il pranzo si attende almeno 4 ore per uno spuntino di frutta e dopo altre 4 ore si può cenare andando ad apportare al proprio organismo proteine importanti con la carne, il pesce, formaggio e verdure evitando le verdure con troppi zuccheri come carote, barbabietole, carciofi, broccoli rape o verze.

Per chi ha problemi di sovrappeso, la cronodieta introduce nel quotidiano delle corrette abitudini alimentari con particolare attenzione alle razioni e all’organizzazione dei 5 pasti nell’arco dell’intera giornata.

Comments