Dieta del sondino: menu per dimagrire 10 kg

0
253

dieta_sondino

Non avete mai sentito parlare della dieta del sondino? Con questo termine viene presentato un regime nutrizionale realizzato dal professor Gianfranco Capello, responsabile dell’Unità operativa Regionale per la Nutazione Artificiale domiciliare del Policlinico di Roma.
La dieta del sondino è un regime necessario per le persone in sovrappeso e per i pazienti affetti da obesità. Il termine corretto che si dovrebbe usare per rappresentare quest’alimentazione è Nutrizione Enterale Chetogena.
Infatti, L’espressione “dieta col sondino” fa riferimento al fatto che il nutrimento per il soggetto che si sottopone alla Nutrizione Enterale Chetogena viene infuso con l’aiuto di un sondino nasale.
Da tempo, della dieta del sondino si fa un gran parlare, nel bene e nel male. Un certo clamore sulla dieta del sondino è dovuto anche al fatto che nel 2011, l’allora titolare del Ministero della Salute, Ferruccio Fazio, sollecitato da una nota degli specialisti di sei grandi società scientifiche di nutrizione (Adi, Sinpe, Sinu, Sinupe, Sio e Sisa), richiese, su tale metodica, il parere del Consiglio Superiore di Sanità.

Come si effettua la dieta del sondino?

La dieta del sondino viene effettuata attraverso un’infusione, 24 ore su 24, con soluzioni di proteine in cicli di 10 giorni. Questa funzione viene eseguita con la tecnica della nutrizione artificiale, ovvero grazie a un sondino che viene introdotto nel naso e che arriva all’intestino.

dieta_sondino_obesi
Prima di poter iniziare la dieta col sondino è obbligatoria la partecipazione a un corso che ha lo scopo di insegnare quelli che sono le regole e i principi sui quali si basa la Nutrizione Enterale Chetogena.
A partire da questo momento il paziente, per i 10 giorni del ciclo, potrà assumere soltanto acqua, tè, camomilla o caffè; l’aggiunta in tali liquidi di zucchero o dolcificanti non è consentita perché si verificherebbe una riduzione dei chetoni con conseguente comparsa del senso di fame. Il soggetto è inoltre dotato della soluzione nutrizionale e di una pompa collegata al sondino; il funzionamento dell’apparecchiatura viene esaurientemente spiegato per far sì che il soggetto possa gestire la situazione in modo autonomo per tutti i 10 giorni del ciclo previsti dalla dieta del sondino.
Si tratta, dunque, di un periodo della durata di dieci giorni, durante il quale la normale alimentazione viene sostituita da una Esclusivamente Proteica, la quale, come detto, induce i processi metabolici necessari per costringere l’organismo a consumare il grasso corporeo, mediante l’avvio del processo di “Chetogenesi”.

Può appparire complicato come regime alimentare eppure sono tantissime le persone che hanno ottenuto un netto calo di peso. Guarda il video sulla dieta del sondino:

 

Comments